Passaggio da Windows 7 a Windows 10

20 Jan

Il 14 Gennaio 2020, dopo 10 anni di servizio, è terminato il supporto di Microsoft a Windows 7. Le soluzioni possibili ad oggi sono 3.

La prima soluzione è continuare ad usare Windows 7: questa soluzione è ovviamente la più facile ed a costo zero, ma è necessario sapere che il sistema operativo non riceverà più aggiornamenti sulla sicurezza. Ciò significa che sarà vulnerabile a qualsiasi tipo di attacco dall’esterno, pur in presenza di Antivirus. In ogni caso, tutti i software attualmente installati continueranno a funzionare, anche se non è chiaro fino a quando. I fornitori di software infatti, non svilupperanno più su questo sistema operativo ed è probabile che tra qualche mese siano loro a chiedere di passare a Windows 10, pena il non funzionamento di questi programmi.

La seconda soluzione è aggiornare a Windows 10 direttamente da Windows 7: questa soluzione, dal costo limitato, è quella che vi consiglio, perchè il pc verrà migrato completamente, mantenendo tutti i documenti ed il software in uso, persino il vostro desktop ed i preferiti. Ma è possibile solo a determinate condizioni: il processore sia almeno un Intel i3, meglio se Intel i5; la RAM sia almeno 4GB, meglio se 8GB; il disco sia di tipo SSD, cioè “a stato solido”.
Se queste condizioni sono rispettate, l’aggiornamento è possibile. Per prima cosa è necessario disinstallare momentaneamente il software Antivirus e disconnettere tutti gli apparati connessi alle porte USB. Andare poi alla pagina https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10 e cliccare su “Scarica ora lo strumento”. I passaggi saranno pochi e semplici e l’aggiornamento durerà massimo due ore. Dopo il riavvio, reinstallate l’Antivirus. E’ inoltre molto probabile che vi venga chiesto di acquistare la licenza di Windows 10, il cui costo è di 259 Eur. Nel caso invece che per qualsiasi motivo l’installazione non vada a buon fine, il sistema tornerà allo stato originale, senza perdita di dati: in questo caso, meglio la prossima soluzione.

La terza soluzione è quella di acquistare un pc nuovo: è ovviamente la più costosa, ma è la via più sicura. Windows 10 sarà già compreso nel nuovo pc, quindi non sarà necessario acquistare una licenza. Bisognerà fare il passaggio dei dati dal pc vecchio al nuovo e reinstallare tutti i software comuni (Antivirus, Adobe Acrobat, Java, Office, il vostro gestionale, etc…).

Per qualsiasi ulteriore info, restiamo a disposizione.